Trevi: le nuove tecnologie di comunicazione nel museo

Nell’ambito del convegno “Opere e Prospettive nel Ventennale del Museo di Trevi”  (18-19 ottobre 2016, Chiesa di San Francesco, Trevi) verrà presentata ufficialmente l’applicazione Trevi per smartphone e tablet realizzata da Inera srl di Pisa in collaborazione con il Comune di Trevi. La app Trevi è una guida museale per la “Raccolta d’arte di San Francesco” e altri luoghi del Comune di Trevi; la realizzazione si basa sulla soluzione tecnologica MMG (Museum Mobile Guide) di Inera, che comprende una applicazione web per la gestione dei contenuti museali e un modello di applicazione iOS/Android che viene adattato alle specifiche esigenze del museo o della mostra. Si tratta di una app molto semplice da utilizzare, accessibile, e di forte impatto multimediale: immagini, video, audioguide, riconoscimento visuale delle opere attraverso la fotocamera e molto altro ancora.

L’applicazione Trevi è l’implementazione di riferimento per la soluzione MMG e rappresenta la palestra per la verifica di funzioni innovative che consentono al visitatore di vivere un’esperienza immersiva all’interno del museo. Tra le innovazioni introdotte nella app Trevi vale la pena evidenziare l’identificazione delle opere attraverso tecnologie avanzate di riconoscimento visuale che consentono al visitatore di accedere alla descrizione di un’opera semplicemente inquadrandola con la fotocamera del proprio smartphone; tale tecnologia di riconoscimento, VeMIR, è stata sviluppata da Visual Engines (partner di Inera). Particolare attenzione è stata dedicata all’accessibilità, rendendo l’intera applicazione pienamente fruibile attraverso le utility fornite nativamente dai sistemi operativi e supportando esplicitamente contenuti specializzati quali le video-guide L.I.S. e i testi di facile comprensione.

Per approfondimenti, dalle ore 16,30 di mercoledì 19 ottobre, interverrà Massimo Zallocco di Inera.

Trevi: le nuove tecnologie di comunicazione nel museo